Advanced Osteopathy Institute

Posizione:via Cardinale Mezzofanti 13, Milano

Upcoming events

  • 27-03-2019 - 30-03-2019 Tutto il giorno

    PROGRAMMA ANNO 2018

    1° INCONTRO: MILANO 24 - 27 GENNAIO 2018

    APPROCCIO OSTEOPATICO ALLA GRAVIDANZA E AL PARTO
    - Aspetti di fisiopatologia feto-placentare e razionale dell’OMT (Dott.ssa Gina Barlafante) -
    24 gennaio

    MODELLI DI APPROCCIO OSTEOPATICO
    - Concetto di tecniche dirette ed indirette, concetto di movimento presente e movimento  permesso: (Dott. Emanuele Botti) - 25 gennaio
    - L’approccio cranio-sacrale sul bambino: (Dott.ssa Daniela Stucchi) - 26 gennaio
    - L’approccio Fluidico: (Dott. Emanuele Botti) - 27 gennaio

    2° INCONTRO: MILANO 14 - 17 FEBBRAIO 2018

    CLINIC TUTORIALS: (Dott.ssa Daniela Stucchi) - 14 febbraio

    VALUTAZIONE E TRATTAMENTO OSTEOPATICO DELLA DONNA IN GRAVIDANZA:
    (Dott.ssa Julie Fendall) - 15 e 16 febbraio

    ESAME ORTOPEDICO E NEUROLOGICO DEL BAMBINO: (Dott. Odoardo Picciolini) - 17 febbraio

     3° INCONTRO: PESCARA 18 - 21 APRILE 2018

    L’EMBRIOLOGIA  BIODINAMICA
    - Fisiologia dello sviluppo secondo i modelli biodinamici di Blechsmidt (Dott. Vincenzo Cozzolino) - 18 e 19 aprile

    APPROCCIO OSTEOPATICO AL BAMBINO PREMATURO NEI PRIMI GIORNI DI VITA:
    (Dott.ssa Gina Barlafante) - 20 e 21 aprile

    4° INCONTRO: PESCARA 12 - 15 SETTEMBRE 2018

    L’ANALISI DELLA SENSORIALITA’ NEL BAMBINO E LA SUA IMPORTANZA IN CAMPO RIEDUCATIVO: (Dott. Vincenzo Cozzolino) - 12 settembre

    PRINCIPI DI BIOTERAPIA NUTRIZIONALE NELLO SVEZZAMENTO E DURANTE L'ALLATTAMENTO: (Dott.ssa Roberta Allevi) - 13 settembre

    CLINIC TUTORIALS: (Dott. Vincenzo Cozzolino, Dott.ssa Gina Barlafante, Dott.ssa Cinzia Renzetti) - 14 e 15 settembre

    5° INCONTRO: MILANO  7 - 10 NOVEMBRE 2018

    GLI AUSILI PROTESICI IN ETA’ PEDIATRICA: (Dott. Antonio Caracciolo) e PREMATURITA' E PARALISI CEREBRALE INFANTILE (Dott. Odoardo Picciolini) - 7 novembre

    L’APPROCCIO NEUROPSICO-EVOLUTIVO DEL BAMBINO: (Dott. Mario Castagnini) - 8 novembre

    LA FISIOTERAPIA PEDIATRICA:  (Dott.ssa Marilena Pedrinazzi) - 9 novembre

    L’OMEOPATIA  IN ETA’ PEDIATRICA E L’INTEGRAZIONE OSTEOPATIA-OMEOPATIA: (Dott.ssa Donatella Brambilla) - ​10 novembre

    PROGRAMMA ANNO 2019

    6° INCONTRO: PESCARA 13-16 FEBBRAIO 2019

    APPROCCI TERAPEUTICI AI DISTURBI NEUROPSICOMOTORI NEI BAMBINI
    – Modello di semeiotica applicata; sintesi AIOT (Mariacristina Lupacchini DO) – 13 febbraio mattina e 14 febbraio mattina

    APPROCCIO MEDICO ALLE PRINCIPALI PATOLOGIE IN ETA’ PEDIATRICA
    (Dott.ssa Carmen Castellano) – 13 febbraio pomeriggio e 14 febbraio pomeriggio

    ANATOMIA E FISIOLOGIA:
    - Differenze tra L’anatomia dell'adulto e l’anatomia del neonato. Le relazioni anatomiche e fisiologiche tra mamma e bambino (Dott. Frank Willard ) - 15 e 16 febbraio

    7° INCONTRO: MILANO 27-30 MARZO 2019

    APPROCCIO OSTEOPATICO ALLE PATOLOGIE OCULISTICHE E AI DIFETTI VISIVI IN ETÀ PEDIATRICA: (Dott.ssa Marina Stazzi; Dott. Emanuele Botti) - 27 marzo

    TRATTAMENTO OSTEOPATICO DELLE ASIMMETRIE CRANIO-FACIALI E DELLA PLAGIOCEFALIA (Dott. Emanuele Botti; Dott. Luca Vismara; Dott. Michele Luzi) - 28 e 29 marzo

    ​APPROCCIO OSTEOPATICO ALL'APPARATO STOMATOGNATICO IN ETA’ PEDIATRICA:
    (Dott.ssa Daniela Stucchi) - 30 marzo

    8° INCONTRO: PESCARA 26-29 GIUGNO 2019

    APPROCCIO OSTEOPATICO AL SISTEMA MUSCOLOSCHELETRICO IN ETA’ PEDIATRICA:
    - problematiche perinatali e conseguenze PCI, reumatologia, dismorfismi dell’apparato muscolo-scheletrico (Dott.ssa Cinzia Renzetti; Dott.ssa Julie Fendall) - 26 e 27 giugno

    CLINIC TUTORIALS: (Dott.ssa Julie Fendall) - 28 giugno

    APPROCCIO  OSTEOPATICO ALLE PATOLOGIE DELL’APPARATO GASTROENTERICO E RESPIRATORIO : (Dott.ssa Gina Barlafante ) - 29 giugno

    9° INCONTRO: MILANO 18-21 SETTEMBRE 2019

    APPROCCIO OSTEOPATICO ALLE PATOLOGIE OTOLOGICHE E RINOSINUSALI IN ETÀ PEDIATRICA: (Dott. Franzetti, Dott.ssa Silvia Ballabio) - 18 settembre

    APPROCCIO OSTEOPATICO ALLE PROBLEMATICHE DI FONAZIONE E LOGOPEDICHE: (Dott.ssa Daniela Stucchi; logopedista) - 19 settembre

    CLINIC TUTORIALS: (Dott.ssa Silvia Ballabio, Dott. Luca Vismara) - 20 settembre

    FISIOLOGIA DELLO SVILUPPO FETALE: (Dott.ssa Tiziana Varisco) - 21 settembre

    10° INCONTRO: PESCARA 20-23 NOVEMBRE 2019

    GESTIONE PSICOLOGICA DELL’EQUIPE DI LAVORO, DELLA FAMIGLIA E DEI PROFESSIONISTI STESSI  ( Dott. Massimiliano Di Liborio) - 20 novembre

    APPROCCIO OSTEOPATICO ALLE PATOLOGIE NEUROLOGICHE, AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO E DELL’APPRENDIMENTO: (Dott. Vincenzo Cozzolino) - 21 e 22 novembre

    NOZIONI DI BASE DELLA RICERCA BIOMEDICA E STATO DELL’ARTE:
    (Dott. Gianpaolo Tornatore, Dott. Marco Verzella) - 23 novembre

    ESAME FINALE

    ​TIROCINIO

    Tirocinio previsto di 80 ore, a scelta presso le sedi di:
    ​Advanced Osteopathy Clinic di Milano, Centro Abaton di Pescara, Reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell'Ospedale Santo Spirito di Pescara e  vari studi privati presenti sul territorio nazionale.
    ORE TIROCINIO OBBLIGATORIO: 80 ore

    SEDE DEGLI INCONTRI
    Sede di Milano: via Cardinale Mezzofanti, 13 Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).
    Sede di Pescara: via Caravaggio 127, Pescara

    SEDE DEI TIROCINI
    - Advanced Osteopathy Clinic: via San Siro 7,  Milano
    - Centro Abaton: via Caravaggio 127, Pescara
    - Reparto Terapia Intensiva Neonatale dell'Ospedale Santo Spirito di Pescara: via Fonte Romana 8, Pescara

    HOTEL CONSIGLIATI

    M-89 HOTEL - In fase di prenotazione inserire il codice: AOIOSPITI per usufruire dello sconto del 5%.
    Hotel Susa - In fase di prenotazione telefonica specificare di essere un partecipante ai corsi di "Advanced Osteopathy" per usufruire di una tariffa agevolata.
    Hotel Mayorca

    - a Pescara clicca qui

    COSTI
    Il costo per l'intero corso biennale: € 4.000+iva
    E' possibile pagare secondo diverse modalità:
    - quota unica entro il 20 dicembre 2017
    - in 2 rate ciascuna da € 2.100+ iva con le seguenti scadenze:
    1^ rata 20 dicembre 2017
    2^ rata 20 dicembre 2018
    - in 4 rate ciascuna da 1.100,00+iva  con le seguenti scadenze:
    1^ rata 20 dicembre 2017
    2^ rata 20 marzo 2018
    3^ rata 20 dicembre 2018
    ​4^ rata 20 marzo 2019
    Nel pagamento in rate è prevista una maggiorazione per oneri e spese accessorie.

    MODALITA' DI ISCRIZIONE

  • 03-04-2019 - 05-04-2019 Tutto il giorno

    OBIETTIVO DEL CORSO

    Apprendere il modello di valutazione e trattamento proposto dal dottor Greenman all'università del Michigan.
    Riflettere sul ruolo del sistema muscolo-scheletrico nell’organismo e del suo peso nella diagnostica e nel trattamento.
    Approfondire le tecniche di valutazione e trattamento con questo approccio.

    PRESENTAZIONE

    Il modello biomeccanico proposto dal Dottor Phil Greenman nel suo libro “Principi di Medicina Manuale” è sicuramente una pietra miliare della didattica proposta nelle scuole di osteopatia di tutto il mondo. Questo approccio è stato elaborato e proposto da lui e dal Dottor Mitchell all’Università di Osteopatia del Michigan per molti anni.
    Dall’iniziale elaborazione di questo modello nasce il testo poi diffuso in tutto il mondo e tradotto in molte lingue; ma, dalla pubblicazione del libro e dalla sua ultima revisione, la ricerca e la didattica proposte all’Università del Michigan in questo ambito si sono evolute e perfezionate grazie all’apporto di altri collaboratori del Dottor Greenman, come il Dottor Steele. Quest'ultimo ha portato avanti in ambito universitario la tradizione di questo insegnamento e applicato per molti anni questi principi nella pratica clinica.
    Il dottor Chiantello ha avuto la fortuna di trascorrere molto tempo al fianco del Dottor Steele apprendendo direttamente da lui questo tipo di approccio e di didattica per poi introdurla in modo innovativo in Italia.
    La principale novità è sicuramente la proposta di un modello che coniuga aspetti palpatori valutativi, principi biomeccanici e fisiologici, manualità ed efficacia tecnica. Il trattamento osteopatico diventa in questo contesto un continuo feed back dinamico tra paziente ed operatore che porta gradualmente il paziente stesso ad incrementare lo stato di salute durante il trattamento.
    Ciò che colpisce nel vedere lavorare operatori di grande esperienza con questo approccio è il passaggio da un trattamento fatto di sequenze separate di tecniche ad un sistema dinamico operatore-paziente che, in modo armonico, evolve verso l’incremento dello stato di salute e l’integrazione delle aree disfunzionali.

    Il dottor Greenman non concepisce il modello biomeccanico semplicemente come uno schema di valutazione che vada alla ricerca delle disfunzioni strutturali da correggere in modo sequenziale ma lo intende come un sistema fluidico condensato in un telaio, lo scheletro, il quale è letteralmente sospeso e fluttua all'interno di questo fluido. L’equilibrio di tale sistema è costantemente integrato con l’attività di controllo effettuata dal SNC. In questo modo, il modello in se stesso è un dialogo continuo tra apparato muscoloscheletrico e sistema nervoso centrale. Se a ciò andiamo ad aggiungere l'interrelazione tra visceri e struttura gestita dal sistema nervoso autonomo abbiamo di fronte un sistema integrato che interagisce in modo dinamico in ambo i sensi creando un canale di comunicazione tra le parti.
    Probabilmente il Dott. Greenman e i colleghi della Michigan University non consideravano il loro modello sotto questo aspetto ma nei loro gesti e nel modo in cui approcciavano i pazienti durante il trattamento, ne sembravano comunque consapevoli, una conoscenza sottintesa, intrinseca.
    La codifica delle tecniche e le loro successive modifiche, specialmente quelle portate avanti dal Dott. Carl W. Steele, rappresentano per lo più una forma di comunicazione, un dialogo tra osteopata e paziente in cui il linguaggio è rappresentato dal movimento del corpo dell’osteopata insieme al corpo del paziente. La tecnica quindi non è fine a sé stessa ma diventa la chiave per veicolare il messaggio che l’osteopata propone ed, essendo una comunicazione continua, in base alla risposta quest'ultimo apprende dal paziente stesso. Si tratta di un vero e proprio scambio: il paziente apprende attraverso le induzioni dell’osteopata un migliore schema di funzionamento, l’osteopata modula l’infinita gamma di risposte tessutali alle sue stimolazioni ed accresce la propria capacità palpatoria e percettiva.

    PROGRAMMA

    MERCOLEDÌ 3 APRILE

    9.00 – 10.00 Introduzione al concetto biomeccanico con review delle disfunzioni biomeccaniche e dell’anatomia topografica

    10.00 – 10.15 Pratica palpatoria sulla comunicazione e sulla gestione dell’apice di curva

    10.15 – 11.00 Esercitazione Tecnica 1: La valutazione specifica delle disfunzioni monosegmentarie dorsali con paziente seduto. Dorsale prossimale media e distale.

    11.15 – 12.00 Esercitazione Tecnica 2: Tratto cervicale tipico - valutazione

    12.00 – 12.30 Esercitazione Tecnica 3: Tratto cervicale atipico - valutazione

    12.30 – 13.00 Infiammazione neurogena ed integrazione degli aspetti neurologici caratterizzanti della disfunzione somatica. Considerazioni sulla mappa sclerotomica.

    14.00 – 15.00 Valutazione della lombare e della pelvi: un modello alternativo e il superamento dei concetti di causalità ascendente e discendente.

    15.00 – 15.30 Pratica su pelvi

    15.30 – 16.00 Energia muscolare: considerazioni cliniche e razionale.

    16.15 – 17.00 Esercitazione Tecnica 4 l’energia muscolare efficace – tratto dorsale

    17.00 – 18.00 Esercitazione Tecnica 5 l’energia muscolare efficace – tratto cervicale

    GIOVEDÌ 4 APRILE

    9.00 – 10.00 Manipolazione ad alta velocità. Storia sintesi e concetti base

    10.00 – 11.00 Esercitazione Tecnica 6: l’energia muscolare efficace – tratto cervicale atipico

    11.15 – 12.00 Affinamento palpatorio nella manipolazione ad alta velocità dorsale con metodica DOG: focus sui distretti critici

    12.00 – 13.00 Esercitazione Tecnica 7: Varianti manipolative HVLA toraco-lombari e cervico-dorsali

    14.00 – 15.00 Cenni di embriologia del sistema vertebrale, ruolo del SNP legami con il sistema muscoloscheletrico e viscerale.

    15.00 – 16.00 Esercitazione Tecnica 8: l’energia muscolare efficace - tratto lombare e complesso sacropelvico

    16.15 – 17.00 Esercitazione Tecnica 9: Coste – Palpazione valutazione e tecniche avanzate

    17.00 – 18.00 Esercitazione Tecnica 10: Focus e integrazione dell’arto superiore nella gestione delle disfunzioni di K1 e K2

    VENERDÌ 5 APRILE

    9.00 – 10.00 Sintesi sulla valutazione secondo un concetto minimalista

    10.00 – 11.00 Esercitazione Tecnica 11: l’energia muscolare efficace – tratto lombare e pelvi

    11.15 – 12.00 Esercitazione Tecnica 12: Manipolazione ad alta velocità lombare e pelvica – strategie ed affinamento dell’esecuzione.

    12.00 – 13.00 Esercitazione Tecnica 13: Manipolazione ad alta velocità cervicale atipica: focus sulla massima sicurezza.

    14.00 – 15.00 Esercitazione Tecnica 14: Manipolazione ad alta velocità cervicale tipica: specifiche per FRS ed ERS con varianti con paziente seduto.

    15.00 – 16.00 Revisione tecniche a richiesta

    16.15 – 17.30 Esempio clinico: applicazione del concetto biomeccanico in un trattamento osteopatico

    17.30 – 18.00 discussione e chiusura lavori

    ​SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).
    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:

    M-89 HOTEL In fase di prenotazione inserire il codice: AOIOSPITI per usufruire dello sconto del 5%.
    Hotel Susa - In fase di prenotazione telefonica specificare di essere un partecipante ai corsi di "Advanced Osteopathy" per usufruire di una tariffa agevolata.
    Hotel Mayorca

     

    COSTO
    Il costo del corso è di € 450 (iva inclusa).

    MODALITA' DI ISCRIZIONE

  • 06-04-2019 - 07-04-2019 Tutto il giorno

    PRESENTAZIONE

    Il programma del corso, in tre moduli di due giorni ciascuno, è pensato prevalentemente per studenti in osteopatia e osteopati diplomati in scuole di formazione full-time di 5 anni dopo diploma superiore o part-time di 6 anni dopo laurea.

    Tenendo conto del fatto che ogni Essere umano ha bisogno di nutrirsi, questo corso informativo è aperto anche a qualsiasi figura professionale in ambito sanitario che voglia integrare la sua metodica terapeutica con consigli alimentari utili al paziente. Non per niente il cibo fu considerato già da Ippocrate il “rimedio” più importante e basilare per tutelare la salute umana, prevenire i disturbi e le disfunzioni organiche ed essere di supporto ad altre terapie.
    ​Per questa ragione, lo studente in osteopatia, l’osteopata professionista o l’operatore sanitario che voglia integrare la sua potenzialità terapeutica con opportuni consigli alimentari, dovrà conoscere le caratteristiche biochimiche e biodinamiche degli alimenti, nonché l’interazione con le funzioni organiche secondarie alla loro associazione nella composizione dei pasti. Del resto, l’influenza positiva o negativa della nutrizione nella gestione di numerose patologie è argomento di estrema attualità e dibattuto quotidianamente (la maggior parte della popolazione delle aree industrializzate è a rischio di sovrappeso, sindrome metabolica e disfunzioni varie del sistema epato-digestivo).

    L’utilizzo degli alimenti a vantaggio della salute umana è riconducibile alle geniali intuizioni della Dott.ssa Domenica Arcari Morini, fondatrice della Bioterapia Nutrizionale®, metodica che utilizza gli alimenti e le loro associazioni per la prevenzione e la cura delle malattie.

    Il suddetto corso base non ha lo scopo di abilitare alla professione di nutrizionista. Infatti, secondo la normativa vigente, tale professione è riservata a medici e a laureati in biologia e biotecnologia con indirizzo nutrizionale. Se interessati ad aumentare il loro bagaglio di conoscenza, questi ultimi possono certamente iscriversi, ma si consiglia uno specifico percorso formativo che si svolge da molti anni solo presso la sede della Vis Sanatrix di Roma. Per maggiori informazioni sulla Bioterapia Nutrizionale® visita il sito www.bioterapianutrizionale.com

    PROGRAMMA E ORARI

    PRIMO MODULO: 6-7 Aprile 2019
    1° GIORNO ore 9.00-13/14.30-18.00

    Presentazione e finalità del corso
    - il nutrimento, sostegno della vita
    - alimentazione e Medicine naturali
    - Impiego nutrizionale e terapeutico degli alimenti
    - l’alimento come unità materiale ed energetica: alimento in toto e in parte
    - genuinità e manipolazione degli alimenti

    Biochimica e funzione fisiologica dei nutrienti – Gli zuccheri
    - zuccheri a rapido e lento assorbimento
    - glucosio, fruttosio, saccarosio e carboidrati
    - zuccheri e funzionalità del sistema nervoso centrale
    - zuccheri ed efficienza dell’attività muscolare
    - meccanismi neuro-endocrini di regolazione glicemica
    - indice e carico glicemico – esempi di associazioni nutrizionali

    Biochimica e funzione fisiologica dei nutrienti – Le proteine
    - funzione plastica e strutturante delle proteine
    - cenni di struttura biochimica delle proteine
    - problematiche e vantaggi delle proteine della carne
    - le proteine del pesce e lo stimolo metabolico e neuro-psichico
    - l’uovo e il vantaggio dei suoi molteplici impieghi
    - le proteine del latte e dei suoi derivati
    - le proteine vegetali

    Biochimica e funzione fisiologica dei nutrienti – I lipidi
    - struttura e funzione dei lipidi
    - lipidi saturi, insaturi e polinsaturi
    - i grassi utili e quelli dannosi
    - omega 3 e omega 6
    - impiego nutrizionale dei lipidi
    - regole utili per l’associazione dei grassi nella composizione dei pasti

    2° GIORNO ore 9.00-13/14.30-18.00

    Vitamine, sali minerali, oligoelementi e cofattori biologici
    - sali minerali e micronutrienti
    - funzioni del sodio, calcio, potassio, magnesio, iodio, ferro, cromo, ecc.
    - i minerali tossici: alluminio, cadmio, mercurio e piombo
    - vitamine idrosolubili
    - vitamine liposolubili
    - il problema delle integrazioni vitaminiche

    Utilizzo degli alimenti in Bionutrizione
    - completezza e vitalità massima dell’alimento crudo
    - problematiche di un’alimentazione solo crudista
    - i vantaggi e gli svantaggi delle cotture
    - storia delle varie modalità di cottura
    - le modificazioni biochimiche negli alimenti cotti
    - la grande utilità organica di un corretto utilizzo del fritto
    - cotture trifolate, ripassate, al vapore, alla piastra, al forno, ecc.

    Dinamica e regolazione dei fluidi organici
    - differenza dell’acqua esterna e di quella “vitale”
    - distribuzione dei liquidi nei vari comparti organici
    - l’acqua e il bere
    - quadri fisiopatologici di imbibizione organica
    - fisiologia epato-renale nell’equilibrio dei liquidi organici
    - alimenti e associazioni ad azione diuretica
    - alimenti e associazioni ad azione antidiuretica

    Regole biochimiche e fisiologiche per una corretta associazione dei cibi
    - prima regola: ogni associazione deve essere gradevole, possibile ed efficace
    - seconda regola: variare per evitare obesità, intolleranze e deficit organici
    - terza regola: “nutrire” tutto il corpo in ogni pasto
    - quarta regola: evitare troppi nutrienti in ogni pasto
    - quinta regola: il tempo giusto per l’alimentazione: non troppo, né troppo poco!

    SECONDO MODULO: 15-16 Giugno 2019
    1° GIORNO ore 9.00-13/14.30-18.00

    Il metabolismo e le sue regole
    - il “motore” metabolico dell’organismo umano
    - stile di vita moderno e cause di rallentamento metabolico
    - interazione tiroide-fegato-adrenergia ed efficienza psico-metabolica
    - gli stimoli metabolici fisiologici e patologici
    - stimoli esterni e interni per l’organismo umano
    - stimoli generalizzati: vitamina C, ferro, acido citrico, capsaicina, ecc
    - stimoli settoriali: epatico, tiroideo e neurologico.

    Impiego bioterapico degli alimenti antiossidanti
    - classificazione degli alimenti antiossidanti
    - meccanismi biochimici dell’azione antiossidante
    - effetti collaterali degli antiossidanti
    - utilizzo degli alimenti antiossidanti nella strutturazione di una dieta

    Linee guida generali nei più comuni e frequenti disturbi organici
    - dissenteria e diarrea
    - stipsi
    - fermentazione e meteorismo intestinale
    - nausea e vomito
    - sindrome influenzale
    - cistiti e candidosi
    - intolleranze alimentari e allergie

    Consigli pratici bionutrizionali
    - le spezie e gli odori
    - il sale
    - il vino
    - i dolcificanti: miele, zucchero, fruttosio, stevia, ecc
    - integratori e micronutrienti naturali: curcuma, zenzero, bacche di Goji, ecc.
    - l’importanza della vitamina D
    - nutrizione e orari per un'eventuale attività fisica in base alla diagnosi costituzionale

    2° GIORNO ore 9.00-13/14.30-18.00

    Sintesi di fisiologia e fisiopatologia della funzione epato-biliare
    - i più comuni disturbi del fegato e delle vie biliari
    - steatosi epatica
    - sindrome di Gilbert
    - calcolosi biliare
    - ipo- e iperfunzione epatica
    - linee guida nutrizionali

    Sintesi di fisiologia e fisiopatologia del sistema cardio-vascolare
    - l’asse cuore-rene-surrene e le problematiche cardiovascolari
    - ipertensione e ipotensione arteriosa
    - disturbi del ritmo cardiaco e alimentazione
    - linee guida nutrizionali

    Sintesi di fisiologia e fisiopatologia del pancreas
    - le funzioni esocrine ed endocrine del pancreas
    - gli enzimi pancreatici e le funzioni digestive
    - sintomatologia e problematiche delle pancreatiti
    - linee guida nutrizionali

    Sintesi di fisiologia e fisiopatologia del sistema respiratorio
    - il polmone e gli scambi respiratori
    - le più comuni patologie infettive e infiammatorie
    - elasticità strutturale della pleura
    - linee guida nutrizionali

    Sintesi di fisiologia e fisiopatologia del rene
    - il rene e l’equilibrio idro-elettrolito
    - il sistema renina-angiotensina
    - calcolosi renale
    - linee guida nutrizionali

    TERZO MODULO: 29-30 Giugno 2019
    1° GIORNO ore 9.00-13/14.30-18.00

    Unità e molteplicità degli Esseri umani
    - la statica e la dinamica della “costellazione ormonale”
    - materia ed energia vitale: differenze dei vari tessuti e organi
    - interno ed esterno, il tempo e lo spazio: i bioritmi della vita umana
    - i differenti equilibri psico-neuro-immuno-endocrini: costituzioni o tipologie umane

    Gli equilibri psico-neuro-immuno-endocrini: costituzioni umane
    - La costituzione epato-adrenergica
    - tipologia epatica: forma fisica, atteggiamento psichico, funzionalità ormonale
    - predisposizioni disfunzionali e patologiche dei soggetti epato-adrenergici
    - La costituzione surrenalico-cortisolemica
    - note di fisiopatologia del surrene ed implicazioni cardio-circolatorie
    - ACTH e ritmi circadiani: il bioritmo del cortisolo
    - tipologia surrenalica: forma fisica, atteggiamento psichico, funzionalità ormonale
    - La costituzione pancreatico-insulinemica
    - parametri di laboratorio: l’assetto glico-metabolico
    - tipologia pancreatica: forma fisica, atteggiamento psichico, funzionalità ormonale
    - La costituzione linfatico-polmonare
    - esigenze bionutrizionali del sistema respiratorio
    - tipologia polmonare: forma fisica, atteggiamento psichico, funzionalità ormonale
    - La costituzione renale-iposurrenalica
    - note di fisiopatologia del rene
    - esigenze bionutrizionali del sistema renale
    - tipologia renale: forma fisica, atteggiamento psichico, funzionalità ormonale

    Funzioni neuro-fisiologiche a seconda delle costituzioni umane
    - valutazione energetico-funzionale e termoregolazione
    - traspirazione e gestione dei liquidi organici
    - trofismo della pelle e degli annessi cutanei
    - sistema muscolo-scheletrico a seconda della valutazione costituzionale
    - differenziazione neuro-psichica
    - libido e fertilità a seconda della tipologia costituzionale
    - appetenze alimentari fisiologiche e patologiche

    2° GIORNO ore 9.00-13/14.30-18.00

    Salute e fertilità della donna: il ciclo mestruale
    - ciclo fisiologico
    - differenze bionutrizionali fra la fase estrogenica e progestinica
    - gestione alimentare della coagulazione ematica in fase premestruale

    Bioterapia Nutrizionale in età pediatrica
    - indicazioni bionutrizionali per lo svezzamento del bambino
    - esigenze nutrizionali in età pediatrica
    - alimentazione e sviluppo ormonale maschile e femminile

    Dieta in gravidanza e allattamento
    - variazioni psico-ormonali ed esigenze nutrizionali nelle varie fasi della gravidanza
    - il metabolismo del ferro e del calcio in gravidanza
    - gestione alimentare dell’aumento di peso fisiologico in gravidanza
    - condotta alimentare nell’allattamento breve o prolungato
    - controllo del peso corporeo durante l’allattamento

    Menopausa, osteoporosi e metabolismo del calcio
    - note di fisiopatologia della menopausa
    - ipercorticosurrenalismo in menopausa
    - alternative bionutrizionali alla terapia ormonale sostitutiva in menopausa
    - osteoporosi e prevenzione dei processi di invecchiamento
    - trattamento dell’obesità in menopausa

    COSTO

    Il costo del corso è € 600 + iva (TOT. € 732,00) con pagamento entro il 15 Marzo.
    Pagamento tramite bonifico bancario:
    Beneficiario Advanced Osteopathy Institute srl
    Iban IT03 J050 3401 6470 0000 0083 369

    SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).

    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:

    M-89 HOTEL - In fase di prenotazione inserire il codice: AOIOSPITI per usufruire dello sconto del 5%.
    Hotel Susa - In fase di prenotazione telefonica specificare di essere un partecipante ai corsi di "Advanced Osteopathy" per usufruire di una tariffa agevolata.
    Hotel Mayorca

    ISCRIZIONE AL CORSO

    Compila il form

  • 10-04-2019 - 14-04-2019 Tutto il giorno

    A CHI SI RIVOLGE IL CORSO:

    Sono ammessi al corso gli osteopati diplomati in scuole riconosciute dalle associazioni che fanno capo al CSdO (AIMM, AMOI, FeSIOs, ROI, UPOI) e in possesso di assicurazione professionale personale (obbligatoria).
    Il corso sarà composto da un numero minimo di 14 allievi e un numero massimo di 30 allievi.

    OBIETTIVI DEL CORSO:

    • Permettere agli osteopati di inserirsi in un team di lavoro che gestisce sportivi agonisti incrementando le conoscenze necessarie dal punto di vista fisioterapico e medico sportivo.
    • Incrementare le conoscenze specifiche sull’applicazione del trattamento osteopatico sull'atleta, con le sue specificità, attraverso una didattica proposta da docenti che per molti anni hanno lavorato e lavorano con sportivi ad alto livello.
    • Conoscere nel dettaglio i gesti tecnici e le modalità di allenamento dei vari sport per meglio comprendere le sollecitazioni a cui gli atleti vanno incontro.

    PRESENTAZIONE DEL CORSO:
    Il Master di osteopatia in ambito sportivo è organizzato in 6 incontri, a partire dal mese di Marzo con termine nel mese di Ottobre.
    Ogni incontro è costituito da 5 giornate di formazione, ovvero 30 giorni suddivisi in 60 moduli per un totale di 240 ore di lezione.
    Il corso è suddiviso nei seguenti macro-argomenti e macro-competenze che riteniamo debbano essere acquisite per poter approcciare in modo competente pazienti con problematiche in ambito sportivo.

    APPROCCI OSTEOPATICI E PRINCIPI DI TRATTAMENTO
    Prima di affrontare qualunque specifico discorso in ambito sportivo diventa a nostro parere fondamentale chiarire ed uniformare le conoscenze in ambito osteopatico per poter poi affrontare il resto della formazione, “parlare tutti la stessa lingua” e condividere gli stessi principi di trattamento.

    PATOLOGIE E TRATTAMENTO DEI VARI DISTRETTI
    E’ fondamentale la conoscenza approfondita, dettagliata ed aggiornata delle patologie e delle problematiche in ambito sportivo specifiche dei singoli distretti corporei e, in particolare in questo contesto, riteniamo fondamentale un interscambio di conoscenze con le altre figure professionali coinvolte nella gestione della salute dello sportivo, ovvero il medico e il fisioterapista. Per ogni distretto quindi verranno affrontate lezioni sull’anatomia, fisiologia e patologie specifiche ma anche sull’approccio terapeutico medico e fisioterapico; a queste verrà poi aggiunta la specificità dell’intervento osteopatico che, ci teniamo a sottolineare, non dovrà essere considerato alternativo ad altro ma integrativo.

    MUSCOLO E TENDINE
    Dedicheremo alcune giornate all’approfondimento della fisiologia e dell’anatomia dell’unità muscolo-tendinea per meglio comprendere i suoi meccanismi lesionali e potere, a livello patogenetico, meglio interagire a livello osteopatico attraverso il trattamento durante le varie fasi del recupero post-infortunio.

    PATOLOGIE SISTEMICHE DELLO SPORTIVO
    Verrà dedicata una mezza giornata di lezione alla conoscenza di tutte quelle sindromi e problematiche sistemiche, spesso difficili da intercettare se non quando conclamate, di cui gli sportivi sono affetti principalmente per il sovraccarico a cui sottopongono la loro struttura corporea. Nell’esperienza quotidiana in studio spesso veniamo in contatto con queste problematiche ed il saperle individuare precocemente diventa la differenza tra il successo o l’insuccesso terapeutico.

    ANALISI BIOMECCANICA DEI GESTI SPORTIVI
    Una intera giornata sarà dedicata all’analisi biomeccanica dei principali gesti sportivi (corsa, salto, lancio, calcio, ecc.) per comprendere a fondo le sollecitazioni meccaniche e gli stress fisici a cui l’atleta nello specifico può andare incontro.

    CARATTERISTICHE DELL’ALLENAMENTO E SOLLECITAZIONI PARTICOLARI NEI VARI SPORT SIA A LIVELLO TEORICO CHE IN CAMPO
    La sfida, durante questi moduli di lavori, sarà vedere i discenti in campo con preparatori di alto livello a provare su sé stessi come si allenano gli atleti e quindi testare quelle che sono le difficoltà e peculiarità della preparazione atletica e dei gesti tecnici di ogni singolo sport. Queste lezioni si terranno in strutture sportive e saranno divise in due parti, la prima in cui i discenti osserveranno atleti allenarsi ed una seconda in cui loro stessi si alleneranno e proveranno i gesti tecnici specifici.

    TERAPIE FISICHE
    Abbiamo voluto inserire a livello conoscitivo una lezione riguardante i principi, il funzionamento e le modalità di utilizzo delle terapie fisiche maggiormente utilizzate in ambito sportivo per avere un’idea della loro efficacia e dei campi di applicazione ed eventualmente di abuso.

    ESAMI DIAGNOSTICI
    Due mezze giornate di formazione saranno dedicate all’approfondimento della conoscenza e della lettura degli esami strumentali usati maggiormente in questo ambito, non ovviamente con l’idea di sostituirci alla diagnosi fatta dal radiologo ma con l’idea di meglio saper interpretare i referti e correlarli al quadro clinico.

    TAPING NEUROMUSCOLARE e BEDAGGIO FUNZIONALE
    Visto l’ampio ed efficace utilizzo di queste metodiche non potevamo escludere da una formazione così completa un corso di taping neuromuscolare e di bendaggio funzionale per poter fornire ai discenti un ulteriore strumento terapeutico oggi molto in voga.

    PREVENZIONE
    Una parte del corso sarà dedicata alla gestione routinaria dell’atleta durante gli allenamenti e le competizioni, in assenza di infortuni, ma con l’idea, attraverso il trattamento, di poter prevenire al meglio questi ultimi.

    ALIMENTAZIONE E INTEGRAZIONE ALIMENTARE
    Una giornata sarà dedicata al tentativo di chiarire, sviscerare, e se possibile condividere i principi biochimici nutrizionali su cui basare appunto l’alimentazione dell’atleta; nel tentativo si sfatare tanti miti e diffondere informazioni che vadano innanzitutto, come l’osteopatia ci insegna, nella direzione della salute degli individui.

    CLINIC TUTORIAL
    Alcune giornate di formazione saranno dedicate alla valutazione ed al trattamento, da parte di docenti esperti, di casi clinici davanti alla classe con l’intento di vedere e apprendere meglio la manualità, la modalità di ragionamento e la gestione di atleti professionisti.

    ORTESI IN AMBITO SPORTIVO (PLANTARI E BITE)
    Due moduli di lezioni saranno dedicati al chiarimento di come e quando vale la pena utilizzare ortesi durante l’attività sportiva e soprattutto a comprenderne i principi di azione e il come POTER testarne l’effettiva efficacia.

    PROGRAMMA

    1° INCONTRO - DAL 20 AL 24 MARZO 2019

    Presentazione del corso
    La disfunzione somatica - Classificazione tecniche dirette - Indirette e in esagerazione - Principi di applicazione - Il trattamento osteopatico in ambito sportivo - Concetto di movimento presente e movimento permesso.
    Revisione tecniche indirette e B.L.T.

    GIOVEDI’ 21 MARZO - DOTT.SSA ROBERTA ALLEVI MD DO
    L'alimentazione e l’integrazione alimentare dello sportivo
    VENERDI’ 22 MARZO - DOTT. MARCO CHIANTELLO FT DO
    L'approccio attraverso il modello biomeccanico con tecniche dirette HVLA e MET
    SABATO 23 MARZO - DOTT. MARCO CHIANTELLO FT DO
    L'approccio attraverso il modello biomeccanico con tecniche viscerali e relazioni viscero-somatiche
    DOMENICA 24 MARZO - DOTT. EMANUELE BOTTI FT DO
    L'approccio cranio-sacrale sullo sportivo
    L'approccio fluidico sullo sportivo

    2° INCONTRO - DAL 10 AL 14 aprile 2019

    MERCOLEDI’ 10 APRILE MATTINA - DOTT.SSA NICOLETTA ALBINI MD
    Anatomia, fisiologia e patologie sportive del distretto dell’anca e del bacino
    Terapia medica e farmacologica
    MERCOLEDI’ 10 APRILE POMERIGGIO - DOTT.SSA MIRIAM ROSA FT
    L’approccio fisioterapico alle principali patologie dell’anca e del bacino
    GIOVEDI’ 11 APRILE MATTINA - DOTT. DIEGO PEZZALDI FT DO
    L’approccio osteopatico alle principali patologie dell’anca e del bacino
    GIOVEDI’ 11 APRILE POMERIGGIO - DOTT. ROBERTO POZZONI MD
    Anatomia, fisiologia e patologie sportive del distretto del ginocchio
    Terapia medica e farmacologica
    VENERDI’ 12 APRILE MATTINA - DOTT.DIEGO PEZZALDI FT DO
    Clinic tutorial
    VENERDI’ 12 APRILE POMERIGGIO - DOTT. EMANUELE BOTTI FT DO
    L’approccio osteopatico alle principali patologie del ginocchio
    SABATO 13 APRILE MATTINA - DOTT.SSA EMANUELA LONGA MD
    Anatomia, fisiologia e patologie sportive del distretto della caviglia e del piede
    Terapia medica e farmacologica
    SABATO 13 APRILE POMERIGGIO - DOTT. ALEJANDRO GALAN FT DO
    L’approccio fisioterapico alle principali patologie della caviglia e del piede
    DOMENICA 14 APRILE MATTINA - DOTT. ALEJANDRO GALAN FT DO
    L’approccio osteopatico alle principali patologie della caviglia e del piede
    DOMENICA 14 APRILE POMERIGGIO - DOTT. MARCO CHAULAN FT DO
    L’approccio fisioterapico alle principali patologie del ginocchio

    3° INCONTRO – DAL 19 AL 23 GIUGNO 2019

    MERCOLEDI’ 19 GIUGNO MATTINA - DOTT. GIUSEPPE D’ANTONA MD
    L’anatomia e la fisiologia del muscolo e del tendine
    Le lesioni e le altre patologie del muscolo e del tendine
    Terapia medica e farmacologica
    MERCOLEDI’ 19 GIUGNO POMERIGGIO - DOTT. GIUSEPPE D’ANTONA MD
    La diagnosi ecografica delle problematiche muscolo tendinee
    GIOVEDI’ 20 GIUGNO MATTINA - DOTT. MARCO CHAULAN FT DO
    L’approccio fisioterapico alla lesione muscolare, tendinea e alle altre patologie dell’unità muscolo-tendine
    GIOVEDI’ 20 GIUGNO POMERIGGIO - DOTT. EMANUELE BOTTI FT DO
    L’approccio osteopatico alla lesione muscolare, tendine e alle altre patologie dell’unità muscolo-tendine (movimento permesso)
    VENERDI’ 21 GIUGNO MATTINA - DOTT. EMANUELE BOTTI FT DO
    L’approccio osteopatico alla lesione muscolare, tendine e alle altre patologie dell’unità muscolo-tendine (movimento presente)
    VENERDI’ 21 GIUGNO POMERIGGIO - DOTT. GIOVANNI CASERO MD
    Anatomia, fisiologia e patologie sportive della colonna
    Terapia medica e farmacologica
    SABATO 22 GIUGNO MATTINA - DOTT. GIOVANNI RABAIOTTI FT DO
    L’approccio fisioterapico alle patologie sportive della colonna
    SABATO 22 GIUGNO POMERIGGIO - DOTT. BORIS TRIPODI DO
    Principi e tipologie di ginnastica rieducativa nello sportivo affetto da problematiche alla colonna
    DOMENICA 23 GIUGNO - DOTT. MARCO CHIANTELLO FT DO
    L’approccio osteopatico alle patologie sportive della colonna e del torace

    4° INCONTRO – DAL 10 AL 14 LUGLIO 2019

    MERCOLEDI’ 10 LUGLIO MATTINA - DOTT. LORIS PEGOLI MD
    Anatomia, fisiologia e patologie sportive del polso e della mano
    Terapia medica e farmacologica
    MERCOLEDI’ 10 LUGLIO POMERIGGIO + GIOVEDI’ 11 LUGLIO MATTINA - DOTT. MARCO CHAULAN FT DO, DOTT. LUCA MAZZARELLI FT
    Principi di bendaggio funzionale
    Il bendaggio funzionale sui principali distretti corporei (caviglia, ginocchio, spalla gomito polso colonna)
    GIOVEDI’ 11 LUGLIO POMERIGGIO - DOTT. EMANUELA LONGA MD
    Anatomia, fisiologia e patologie sportive del distretto della spalla
    Terapia medica e farmacologica
    VENERDI 12 LUGLIO MATTINA - DOTT. GIOVANNI RABAIOTTI FT DO
    L’approccio fisioterapico alle principali patologie della spalla
    VENERDI’ 12 LUGLIO POMERIGGIO - DOTT. DIEGO PEZZALDI FT DO
    L’approccio osteopatico alle principali patologie della spalla
    SABATO 13 LUGLIO MATTINA - DOTT. LUCA MAZZARELLI FT
    Le terapie fisiche maggiormente utilizzate sull’atleta
    SABATO 13 LUGLIO POMERIGGIO - DOTT.SSA DELIA MAFFI FT DO
    L’approccio fisioterapico alle principali patologie del polso e della mano
    DOMENICA 14 LUGLIO MATTINA - DOTT.SSA DELIA MAFFI FT DO
    L’approccio osteopatico alle principali patologie del polso e della mano
    DOMENICA 14 LUGLIO POMERIGGIO - DOTT. MARCO CHIANTELLO FT DO
    Clinic tutorial

    5° INCONTRO – DAL 11 AL 15 SETTEMBRE 2019

    MERCOLEDI’ 11 SETTEMBRE - DOTT. GIANPAOLO TORNATORE DO
    L’analisi biomeccanica dei principali gesti sportivi e i possibili sovraccarichi da essi generati
    GIOVEDI’ 12 SETTEMBRE MATTINA - MANUELA GRILLO, DOTT. WALTER MONTI
    L’allenamento delle specialità di velocità, ostacoli e salti nell’atletica leggera e i possibili meccanismi di sovraccarico
    GIOVEDI’ 12 SETTEMBRE POMERIGGIO - DOTT. SSA MARINA MAMBRETTI DO
    L’allenamento della specialità di mezzofondo nell’atletica leggera e i possibili meccanismi di sovraccarico
    VENERDI’ 13 SETTEMBRE MATTINA - DOTT. DIEGO PEZZALDI FT DO
    L’allenamento, i gesti tecnici e i possibili meccanismi di sovraccarico del nuoto
    VENERDI’ 13 SETTEMBRE POMERIGGIO - DOTT. ROBERTO BENIS DO
    Clinic tutorial
    SABATO 14 SETTEMBRE MATTINA E POMERIGGIO - DOTT. ROBERTO BENIS DO
    L’allenamento, i gesti tecnici e i possibili meccanismi di sovraccarico della pallavolo e del basket
    DOMENICA 15 SETTEMBRE MATTINA - GIANCARLO TAGLIABUE
    I principali gesti tecnici della pesistica e del fitness e i possibili meccanismi di sovraccarico – Crossfit
    DOMENICA 15 SETTEMBRE POMERIGGIO - DOTT. STEFANO MALDIFASSI
    L’allenamento, i gesti tecnici e i possibili meccanismi di sovraccarico del calcio

    6° INCONTRO – DAL 9 AL 13 OTTOBRE 2019
    MERCOLEDI’ 9 OTTOBRE MATTINA - DOTT. FABIO MORO
    L’utilizzo di ortesi in ambito sportivo; i plantari
    MERCOLEDI’ 9 OTTOBRE POMERIGGIO - PROF. LUCA MARIA SCONFIENZA MD
    Gli esami diagnostici più utilizzati in ambito sportivo
    GIOVEDI’ 10 OTTOBRE MATTINA - DOTT. ALEJANDRO GALAN FT DO
    La gestione dell’atleta durante l’attività agonistica a livello preventivo
    GIOVEDI’ 10 OTTOBRE POMERIGGIO - DOTT. ALEJANDRO GALAN FT DO
    Clinic tutorial
    VENERDI’ 11 OTTOBRE MATTINA - DOTT. DIEGO PEZZALDI FT DO
    L’utilizzo di ortesi in ambito sportivo: il bite
    VENERDI’ 11 OTTOBRE POMERIGGIO - DOTT. GIUSEPPE D’ANTONA MD
    Le problematiche sistemiche legate allo sport, sindrome da overtraining, anemia…
    SABATO 12 OTTOBRE + DOMENICA 12 OTTOBRE MATTINA - DOTT. MARCO CHAULAN FT DO
    Kinesiotape
    DOMENICA 13 OTTOBRE POMERIGGIO – DOTT. EMANUELE BOTTI FT DO
    Clinic tutorial
    Discussione finale

    DOCENTI

    Marco Chaulan
    Osteopata e fisioterapista, dal 2017 è Responsabile Clinico Area Riabilitativa 1°squadra A.C. Milan. E' specializzato in Fisioterapia Sportiva e in prevenzione degli infortuni nello Sport (Sistema FMS).

     

    Roberto Benis
    Osteopata e preparatore atletico, ha maturato una lunga esperienza in ambito di preparazione fisica lavorando con le nazionali femminili di pallavolo della Germania e della Bulgaria e successivamente con la Nazionale Femminile di Basket Italiana.

     

    Diego Pezzaldi
    Osteopata e fisioterapista, è stato Fisioterapista della Nazionale Italiana di Pattinaggio Danza e Artistico e riferimento per gli atleti delle Nazionali di San Marino e atleti della Nazionale di Nuoto Italiana. E' stato per oltre 2 anni e mezzo Responsabile settore riabilitativo e Osteopata unico della Nazionale di Pattinaggio Velocità pista lunga.

     

    Stefano Maldifassi
    Ingegnere, attualmente responsabile tecnologico e scientifico del progetto Milan Lab, preparatore atletico dei portieri di AC Milan. E' stato direttore tecnico del centro ricerche della Federazione Italiana Sport Invernali.

     

    Alejandro Galán
    Osteopata e fisioterapista, esperto di riabilitazione sportiva e funzionale. È stato fisioterapista ai Giochi Olimpici di Rio 2016 e Pechino 2008 con la Federazione spagnola di atletica leggera.

     

    Luca Mazzarelli
    Fisioterapista, si occupa di riabilitazione e del recupero del gesto atletico di numerosi atleti professionisti. Ha seguito la squadra di hockey su ghiaccio dei Devils di Milano e la nazionale italiana di rugby FIR. Attualmente segue alcuni tra i più forti Powerlifter italiani.

     

    Emanuele Botti
    Osteopata e fisioterapista della Nazionale Italiana di Atletica Leggera dal 1997 al 2005. Da 10 anni docente presso scuole di osteopatia in ambito viscerale, cranico e funzionale.

     

    ​Marco Chiantello
    Osteopata libero professionista. Ha collaborato come osteopata e fisioterapista con la Federazione Italiana di Atletica Leggera dal 2000 al 2004.

     

    Giuseppe D'Antona
    Medico, specializzato in medicina dello sport. Docente ricercatore di fisiologia umana presso l'Università degli studi di Pavia, autore di numerose pubblicazioni scientifiche.

     

    Luca Maria Sconfienza
    Medico, è professore associato di diagnostica per immagini e radioterapia presso l'Università degli studi di Milano. E' Direttore dell'Unità Operativa di Radiologia Diagnostica ed Interventistica presso IRCCS - Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano.

     

    Nicoletta Albini
    Medico, specializzata in medicina fisica e riabilitazione. Collabora con la società sportiva Bracco Atletica di Milano ed è Responsabile medico dell'ambulatorio polispecialistico e medico consulente specialista in medicina fisica e riabilitazione presso la Palestra Pro-Forma di Carugate (Mi).

     

    Giovanni Casero
    Medico, specializzato in Ortopedia e Traumatologia. Ha lavorato presso la Fondazione IRCCS Policlinico “San Matteo” Pavia e dal 2010 ad oggi lavora presso I.R.C.C.S. Istituto Ortopedico Galeazzi Milano, dal 2016 consulente in procedura chirurgica mininvasiva.

     

    Roberto Pozzoni
    Medico, specializzatoin Ortopedia e Traimatologia presso il Centro di Traumatologia dello Sport dell’Istituto G. Pini di Milano. Ad oggi svolge attività chirurgica presso presso l’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano. Esegue interventi di ortopedia su ginocchia, spalla, caviglia e anca.

     

    Loris Pegoli
    Medico, specializzato in chirurgia della mano. Responsabile del Servizio di Chirurgia della Mano della Clinica Humanitas San Pio X di Milano È Cofondatore e Past President dell'Istituto Mondiale di Ricerca per la Traumatologia Sportiva della mano e Fondatore e Segretario Generale dell' ISSPORTH – Società Internazionale per la Traumatologia Sportiva della Mano.

     

    Emanuela Longa
    Medico, specialista in Medicina dello Sport presso il Centro Interdipartimentale di Biologia e Medicina dello Sport dell’Universita’ di Pavia, ubicato presso la Fondazione Maugeri. Medico di riferimento del Certosa Volley, conosce bene il mondo della pallavolo essendo stata lei stessa pallavolista in B2.

     

    Delia Maffi
    Osteopata e fisioterapista, libera professionista. Specializzata nel trattamento delle patologie e dei traumi della mano e nel trattamento al fine del recupero funzionale a seguito di interventi chirurgici.

     

    Giovanni Rabaiotti
    Osteopata e fisioterapista, dal 1998 al 2000 ha lavorato presso la Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia, ricoprendo il ruolo di Fisioterapista Coordinatore e dal 2001 al 2011 ha ricoperto lo stesso incarico presso l'Ospedale San Raffaele di Milano. Dal 2011 svolge attività di libero professionista come osteopata e fisioterapista.

     

    Marina Mambretti
    Osteopata, ha praticato atletica per diciotto anni, è stata atleta di interesse nazionale dal 2005 al 2012, specializzata nelle distanze dei 400m e 800m.​ Nella sua pratica quotidiana di Osteopata fonde le conoscenze apprese sul campo di atletica a quelle consolidate negli anni di studio.

     

    Boris Tripodi
    Osteopata, laureato in scienze motorie. Rieducatore posturale Canali System II° Livello e rieducatore ginnastico nel trattamento delle alterazioni posturali nell’adolescenza.

     

    Gianpaolo Tornatore
    Osteopata, laureato in Scienze Motorie. Ha conseguito un Dottorato di ricerca in Ingegneria Biomedica ad indirizzo Fisiopatologia del movimento umano presso il Politecnico di Milano.

     

    Massimiliano Di Mito
    Allenatore di II livello di Nuoto con 25 anni di esperienza a contatto con atleti alto livello, nazionale ed internazionale. E' stato Commissario Tecnico della Federazione Sammarinese Nuoto dal 2008 al 2015 e tecnico di Alice Mizzau dal 2010 e Alice Nesti dal 2013 al 2015, atlete della Federazione Italiana Nuoto.

     

    Giancarlo Tagliabue
    Fondatore nel 2007 di Rawtraining: progetto finalizzato alla diffusione della cultura dell'allenamento. Dal 2014 è proprietario & head coach di CrossFit Bulwark, una delle più grandi realtà di Milano in ambito CrossFit. Sempre nel CrossFit crea la programmazione degli agonisti Clean Cut Competitors Program (C.C.C.P.)

     

    Manuela Grillo
    Atleta azzurra dal 1995 al 2010. Ex primatista italiana 4x100 e componente della spedizione azzurra a Pechino 2008. Attualmente Allenatrice per la società Riccardi, Bracco e Studentesca San donato nella specialità di velocità.

     

    Walter Monti
    Docente di ruolo di scienze motorie presso l'ISS Piero Della Francesca di San Donato Milanese. Allenatore e tecnico specialista della velocità e dei salti in estensione per le società di atletica Riccardi, Bracco e Studentesca San Donato.

     

    Roberta Allevi
    ​Medico e osteopata, esperta in bioterapia nutrizionale. Negli ultimi anni si dedica allo studio delle proprietà terapeutiche degli alimenti.

     

    Fabio Moro
    Podologo ligure conosciuto per la sua visione non lineare del sistema posturale, ampiamente descritta nel libro “Podologia non lineare”.

     

    COSTO

    Il costo del corso: € 3.000+iva (tot. € 3.660,00)
    E' possibile pagare secondo diverse modalità:
    - quota unica entro il 15 Febbraio 2019
    - in 2 rate ciascuna da 1.600,00+iva (tot. 1.942,00) con le seguenti scadenze:
    1^ rata 15 Febbraio 2019,
    2^ rata 15 Giugno 2019,
    - in 3 rate ciascuna da 1.100,00+iva (tot. 1.342,00) con le seguenti scadenze:
    1^ rata 15 Febbraio 2019,
    2^ rata 15 Giugno 2019,
    3^ rata 15 Settembre 2019

    Nel pagamento in rate è prevista una maggiorazione per oneri e spese accessorie.

    ​SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).
    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:

    MODALITA' D'ISCRIZIONE

     

     

  • 02-05-2019 - 05-05-2019 Tutto il giorno

    APPUNTAMENTI SUCCESSIVI:​

    4° livello: dal 11 al 14 novembre 2019
    ​5° livello: maggio 2020
    6° livello: novembre 2020

    DOCENTI
    Dott.Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI; dott. Emanuele Botti DO MROI

    PRESENTAZIONE
    Il movimento è ciò che esprime la vita stessa. Non manca di sottolinearlo A.T. Still ma ne era già convinto Leonardo Da Vinci quando affermava che il Moto è causa di ogni vita.
    Se dunque è attraverso la dinamica e la cinetica del corpo vivente che si esprime la vita stessa, sappiamo che è possibile percepire questa dinamica attraverso la palpazione. L'osteopata può in questo modo entrare in contatto con le forze vitali dell'individuo. Ma in quanti modi può esprimersi il movimento vitale?

    A partire dall'esperienza palpatoria è stata individuata l'esistenza di un movimento permesso e di un movimento presente.
    Dopo il lavoro di Still, anche W.G. Sutherland e R. Becker hanno incentrato su questo la loro attenzione e le loro esperienze palpatorie. Ed è stato Becker stesso ad aggiungere al concetto di movimento quello di quiete. Proprio la presenza di movimento implica, secondo Becker, un punto di quiete, il cosiddetto "still point" da cui il moto stesso può ripartire. E' noto il paragone con l'uragano la cui forza si misura dalla grandezza del suo occhio, a tutti gli effetti il suo punto di quiete.

    Attraverso l'esperienza palpatoria è dunque possibile all'osteopata percepire il movimento presente e il punto di quiete, ma si rende necessaria una rivisitazione del modo con cui si realizza tale approccio. Occorre imparare a riflettere sull'atto dell'osservare riconoscendo in tale condizione l'esperienza di un vero e proprio atto creativo. L'osservazione renderà possibile la percezione della dinamica vitale del paziente creando le condizioni che faranno emergere la sua salute e come conseguenza lo predisporranno al processo di guarigione.

    PROGRAMMA
    Il corso Il Movimento Presente e la Quiete, rivolto ad osteopati diplomati in scuole riconosciute dalle associazioni che fanno capo al CSdO, è suddiviso in sei livelli di quattro giorni ciascuno dove saranno affrontate le seguenti tematiche:

    - 1° livello : il Neutro - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI
    - 2° livello: il Corpo Fluidico - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 3° livello : il Sistema Fasciale - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 4° livello: la Linea centrale e l'Accensione - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI
    - 5° livello: la Linea centrale e le Ossa Lunghe - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 6° livello: la Linea centrale ed il Viso - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI

    Per mantenere alta la qualità dell'apprendimento il numero massimo dei partecipanti è 30.
    Ogni livello del corso è costituito sia da una parte teorica che da una parte pratica.

    DATE E ORARI​

    3° livello - dal 2 al 5 Maggio 2019
    Docente: dott. Emanuele Botti
    giovedì 2 maggio dalle ore 14:00 alle 18:00
    venerdì 3 maggio dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle ore 14:00 alle 18:00
    sabato 4 maggio dalle ore 9:00 alle 13:00
    domenica 5 maggio dalle ore 9:00 alle 13:00​

    SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).
    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:

    M-89 HOTEL
    Hotel Mayorca
    Hotel Susa

    COSTO DEL CORSO
    650 € + Iva (per ogni livello) TOT. €793,00 iva inclusa.
    Pagamento tramite bonifico bancario:
    Beneficiario Advanced Osteopathy Institute srl
    Iban IT03 J050 3401 6470 0000 0083 369

    MODALITA' DI ISCRIZIONE

  • 06-05-2019 - 08-05-2019 Tutto il giorno

    Il corso è rivolto esclusivamente ad osteopati professionisti che hanno terminato il percorso di sei livelli sul Movimento Presente e la Quiete.

    PRESENTAZIONE
    La capacità del corpo di curare le disfunzioni, procede attraverso dinamiche del tutto spontanee e quindi individuali. Il paziente diventa tale quando quella abilità non si manifesta in modo appropriato. Questa condizione chiama in gioco l’Osteopata. Il suo agire avrà il fine di far riemergere nel paziente questa sua propria capacità, incrementando il movimento presente attraverso la sua osservazione.
    ​Tale prassi è stata oggetto di discussione ed analisi durante la formazione circa il Movimento Presente e la Quiete.
    Col fine di rendere sempre più naturale questo approccio proponiamo, a tutti coloro che hanno terminato quella formazione, un corso di Sincronizzazione. L’incontro, essenzialmente pratico, avrà al suo centro la modalità dell’osservare, in modo da creare quel incremento che è alla base dei processi correttivi spontanei. Per tale scopo si svolgerà della pratica, rigorosamente in coppia, ossia si tratterà sempre con un collega. L’altro sarà un continuo riscontro circa l’essere sincronizzato con la totalità del paziente. La pratica porterà a riprendere gli argomenti svolti nella formazione, quali ad esempio il neutro, le zone, il fulcro, il tempo, allo scopo di renderli più naturali possibili nella prassi clinica. ​

    ORARI
    Lunedì 6 Maggio dalle ore 14,00 alle 18,00
    Martedì 7 Maggio dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 14,00 alle 18,00.
    Mercoledì 8 Maggio dalle ore 9,00 alle 13,00.

    SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).

    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:

    M-89 HOTEL - In fase di prenotazione inserire il codice: AOIOSPITI per usufruire dello sconto del 5%.
    Hotel Susa - In fase di prenotazione telefonica specificare di essere un partecipante ai corsi di "Advanced Osteopathy" per usufruire di una tariffa agevolata.
    Hotel Mayorca

    COSTO DEL CORSO
    Il costo del corso è € 390 (iva inclusa) entro il 19 Aprile 2019

    MODALITÀ DI ISCRIZIONE

    Clicca qui

  • 08-05-2019 - 10-05-2019 Tutto il giorno

    Il pensiero del dott. Blechschmidt e le sue applicazioni in ambito osteopatico

    PRESENTAZIONE

    La comparsa della Notocorda durante la terza settimana è alla base dell’orientamento spaziale dello sviluppo dell’Embrione.
    Tale costituzione si attua, in principio, con la crescita del Tubo Neurale in regione dorsale, attraverso una dinamica caudo-rostrale, definita da Blechschmidt, nell’insieme, Ascensus.
    Il complesso dei Visceri evolve quale effetto dell’Ascensus, delineandosi con un costituirsi maturativo ventrale alla Notocorda. La direzione dinamica di sviluppo è rostro-caudale e lo stesso Blechschmidt definisce tale attuarsi Descensus. Durante l’incontro ci dedicheremo all’analisi descrittiva del fenomeno del Descensus quale motore costitutivo dei visceri sia cavi che parenchimatosi. La relazione dinamica che intercorre tra Ascensus e Descensus è altresì artefice della formazione di speciali organi di senso quali l’apparato Oculare, Acustico e della crescita della Lingua. Ci si soffermerà anche su queste strutture provando a delineare aspetti di palpazione basati sui processi ontogenetici costituenti l’organizzarsi dell’Anatomia​.

    ORARI

    ​PRIMO GIORNO - 8 MAGGIO 2019
    Dalle ore 14,00 alle 18,00
    SECONDO GIORNO - 9 MAGGIO 2019
    Dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00
    TERZO GIORNO - 10 MAGGIO 2019
    Dalle ore 9,00 alle ore 13,00

    ARGOMENTI TRATTATI

    Il Celoma Intraembrionale
    Lo sviluppo del Cuore, del Diaframma Toracico e del Fegato
    Il Descensus
    Lo sviluppo del Sistema Polmonare
    Lo sviluppo degli Organi Celiaci
    Lo sviluppo degli Organi Mesenterici Superiori
    Lo sviluppo degli Organi Mesenterici Inferiori
    Lo sviluppo dei Reni
    Lo sviluppo delle strutture Gonadiche.

    COSTO DEI CORSI

    € 290 (iva inclusa)

    Pagamento tramite bonifico bancario:
    Beneficiario Advanced Osteopathy Institute srl
    Iban IT69L0558401600000000083369 ​

    SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).
    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:
    M-89 HOTEL - In fase di prenotazione inserire il codice: AOIOSPITI per usufruire dello sconto del 5%.
    Hotel Susa - In fase di prenotazione telefonica specificare di essere un partecipante ai corsi di "Advanced Osteopathy" per usufruire di una tariffa agevolata.
    Hotel Mayorca

    MODALITÀ DI ISCRIZIONE

    Compila il form

  • 11-05-2019 - 14-05-2019 Tutto il giorno

    APPUNTAMENTI SUCCESSIVI:​

    2° livello: 4-7 novembre 2019
    3° livello: maggio 2020
    4° livello: novembre 2020
    ​5° livello: maggio 2021
    6° livello: novembre 2021

    DOCENTI

    Dott.Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI; Dott. Emanuele Botti DO MROI

    PRESENTAZIONE

    Il movimento è ciò che esprime la vita stessa. Non manca di sottolinearlo A.T. Still ma ne era già convinto Leonardo Da Vinci quando affermava che il Moto è causa di ogni vita.

    Se dunque è attraverso la dinamica e la cinetica del corpo vivente che si esprime la vita stessa, sappiamo che è possibile percepire questa dinamica attraverso la palpazione. L'osteopata può in questo modo entrare in contatto con le forze vitali dell'individuo. Ma in quanti modi può esprimersi il movimento vitale?

    A partire dall'esperienza palpatoria è stata individuata l'esistenza di un movimento permesso e di un movimento presente.
    Dopo il lavoro di Still, anche W.G. Sutherland e R. Becker hanno incentrato su questo la loro attenzione e le loro esperienze palpatorie. Ed è stato Becker stesso ad aggiungere al concetto di movimento quello di quiete. Proprio la presenza di movimento implica, secondo Becker, un punto di quiete, il cosiddetto "still point" da cui il moto stesso può ripartire. E' noto il paragone con l'uragano la cui forza si misura dalla grandezza del suo occhio, a tutti gli effetti il suo punto di quiete.

    Attraverso l'esperienza palpatoria è dunque possibile all'osteopata percepire il movimento presente e il punto di quiete, ma si rende necessaria una rivisitazione del modo con cui si realizza tale approccio. Occorre imparare a riflettere sull'atto dell'osservare riconoscendo in tale condizione l'esperienza di un vero e proprio atto creativo. L'osservazione renderà possibile la percezione della dinamica vitale del paziente creando le condizioni che faranno emergere la sua salute e come conseguenza lo predisporranno al processo di guarigione.

    PROGRAMMA

    Il corso Il Movimento Presente e la Quiete, rivolto ad osteopati diplomati in scuole riconosciute dalle associazioni che fanno capo al CSdO, è suddiviso in sei livelli di quattro giorni ciascuno dove saranno affrontate le seguenti tematiche:

    - 1° livello : il Neutro - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI
    - 2° livello: il Corpo Fluidico - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 3° livello : il Sistema Fasciale - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 4° livello: la Linea centrale e l'Accensione - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI
    - 5° livello: la Linea centrale e le Ossa Lunghe - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 6° livello: la Linea centrale ed il Viso - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI

    Per mantenere alta la qualità dell'apprendimento il numero massimo dei partecipanti è 30.
    Ogni livello del corso è costituito sia da una parte teorica che da una parte pratica.

    DATE E ORARI​ DEI CORSI

    1° livello - dal 11 al 14 Maggio 2019
    Docente: dott. Vincenzo Cozzolino
    sabato 11 maggio dalle ore 9,00 alle 13,00
    domenica 12 maggio dalle ore 9,00 alle 13,00
    lunedì 13 maggio dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 14,00 alle 18,00
    martedì 14 maggio dalle ore 9,00 alle 13,00

    SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).
    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:

    M-89 HOTEL - In fase di prenotazione inserire il codice: AOIOSPITI per usufruire dello sconto del 5%.
    Hotel Susa - In fase di prenotazione telefonica specificare di essere un partecipante ai corsi di "Advanced Osteopathy" per usufruire di una tariffa agevolata.
    Hotel Mayorca

    COSTO DEL CORSO

    650 € + Iva (per ogni livello) -  TOT. €793,00 iva inclusa.

    Pagamento tramite bonifico bancario:
    Beneficiario Advanced Osteopathy Institute srl
    Iban IT03 J050 3401 6470 0000 0083 369

    MODALITA' DI ISCRIZIONE

    Abbiamo raggiunto il numero massimo di iscrizioni. Ti preghiamo di compilare il form sottostante per essere inserito in lista d'attesa.
  • 14-05-2019 - 17-05-2019 Tutto il giorno

    APPUNTAMENTI SUCCESSIVI:​

    6° livello: dal 15 al 18 novembre 2019

    DOCENTI
    Dott.Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI; dott. Emanuele Botti DO MROI

    PRESENTAZIONE
    Il movimento è ciò che esprime la vita stessa. Non manca di sottolinearlo A.T. Still ma ne era già convinto Leonardo Da Vinci quando affermava che il Moto è causa di ogni vita.
    Se dunque è attraverso la dinamica e la cinetica del corpo vivente che si esprime la vita stessa, sappiamo che è possibile percepire questa dinamica attraverso la palpazione. L'osteopata può in questo modo entrare in contatto con le forze vitali dell'individuo. Ma in quanti modi può esprimersi il movimento vitale?

    A partire dall'esperienza palpatoria è stata individuata l'esistenza di un movimento permesso e di un movimento presente.
    Dopo il lavoro di Still, anche W.G. Sutherland e R. Becker hanno incentrato su questo la loro attenzione e le loro esperienze palpatorie. Ed è stato Becker stesso ad aggiungere al concetto di movimento quello di quiete. Proprio la presenza di movimento implica, secondo Becker, un punto di quiete, il cosiddetto "still point" da cui il moto stesso può ripartire. E' noto il paragone con l'uragano la cui forza si misura dalla grandezza del suo occhio, a tutti gli effetti il suo punto di quiete.

    Attraverso l'esperienza palpatoria è dunque possibile all'osteopata percepire il movimento presente e il punto di quiete, ma si rende necessaria una rivisitazione del modo con cui si realizza tale approccio. Occorre imparare a riflettere sull'atto dell'osservare riconoscendo in tale condizione l'esperienza di un vero e proprio atto creativo. L'osservazione renderà possibile la percezione della dinamica vitale del paziente creando le condizioni che faranno emergere la sua salute e come conseguenza lo predisporranno al processo di guarigione.

    PROGRAMMA
    Il corso Il Movimento Presente e la Quiete, rivolto ad osteopati diplomati in scuole riconosciute dalle associazioni che fanno capo al CSdO, è suddiviso in sei livelli di quattro giorni ciascuno dove saranno affrontate le seguenti tematiche:

    - 1° livello : il Neutro - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI
    - 2° livello: il Corpo Fluidico - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 3° livello : il Sistema Fasciale - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 4° livello: la Linea centrale e l'Accensione - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI
    - 5° livello: la Linea centrale e le Ossa Lunghe - docente: Emanuele Botti DO MROI
    - 6° livello: la Linea centrale ed il Viso - docente: dott. Vincenzo Cozzolino MD, DO MROI

    Per mantenere alta la qualità dell'apprendimento il numero massimo dei partecipanti è 30.
    Ogni livello del corso è costituito sia da una parte teorica che da una parte pratica.

    DATE E ORARI​
    5° livello - dal 14 al 17 Maggio 2019
    Docente: dott. Emanuele Botti
    martedì 14 maggio dalle ore 14,00 alle 18,00
    mercoledì 15 maggio dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 14,00 alle 18,00
    giovedì 16 maggio dalle ore 9,00 alle 13,00
    venerdì 17 maggio dalle ore 9,00 alle 13,00​

    SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).
    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:

    M-89 HOTEL
    Hotel Mayorca
    Hotel Susa

    COSTO DEL CORSO
    650 € + Iva (per ogni livello) TOT. €793,00 iva inclusa.

    Pagamento tramite bonifico bancario:
    Beneficiario Advanced Osteopathy Institute srl
    Iban IT03 J050 3401 6470 0000 0083 369

    Per informazioni
    E' possibile contattare la segreteria via email scrivendo a: iscrizioni@advancedosteopathy.it o chiamando al numero 345.80.69.864
  • 18-05-2019 Tutto il giorno

    DESTINATARI

    Osteopati diplomati e studenti in osteopatia 5° e 6° anno per la formazione part-time e 4° e 5° per la formazione full-time.
    Numero massimo di allievi 24.

    PRESENTAZIONE

    L’ernia del disco, quando sintomatica, determina condizioni dolorose estremamente invalidanti che interessano molto spesso gli arti.
    Per quanto riguarda le problematiche del rachide, le statistiche parlano di percentuali tra il 60% e l’80%. Di fatto si ha la presenza di un’importante infiammazione causata dalla lesione dell’anulus fibroso che compone il disco intervertebrale. Tale condizione determina una congestione capace di generare una significativa perdita di mobilità a carico dei tessuti specialmente a livello del forame di coniugazione, con conseguente irritazione del nervo spinale.
    I dati scientifici parlano di un considerevole numero di casi in cui la sintomatologia e l’ernia stessa regrediscono spontaneamente nell’arco di 3 mesi.
    Analisi più approfondite evidenziano una serie di recidive che si presentano nei mesi successivi. Questo depone a favore dell’ipotesi che, nella persona affetta da ernia discale, sono presenti delle condizioni generali per cui in un determinato livello vertebrale le forze sono esagerate oppure si esprimono con dei vettori che tendono a sollecitare quel disco in modo inappropriato, determinandone nel tempo la rottura.
    La possibilità di trattamento conservativo con l’ausilio di farmaci porta spesso a situazioni paradossali: la persona va incontro ad un’escalation che la porterà a prendere un sempre maggior numero di farmaci con conseguente insorgenza di problematiche iatrogene fino a non ottenere più il minimo beneficio.

    SCOPO DEL CORSO

    Il corso si svolgerà in tre momenti:
    1. Presentazione della patologia e relativo inquadramento da parte del medico specialista.
    2. Proposta osteopatica con focus su alcune caratteristiche ontogenetiche e fisiologiche della colonna vertebrale e ragionamento clinico in relazione alla persona.
    3. Casi clinici: 3 trattamenti osteopatici.
    Lo scopo del corso sarà di condividere la modalità di approccio.
    Interpretazione libera: per alcuni sarà un momento di verifica e critica, per altri uno spunto per impostare o implementare la propria pratica.

    PROGRAMMA

    Sabato 18 Maggio 2019 ore 9:00 – 18:00

    9:00-11:00
    Dott. Giovanni Casero, medico ortopedico specialista in chirurgia vertebrale.

    • ernia del disco: eziologia, sintomatologia, scale di valutazione
    • diagnosi medica
    • interpretazione degli esami strumentali
    • possibile patogenesi
    • terapia chirurgica e conservativa
    • terapie alternative

    11:15–13:00
    Dott. Marco Chiantello, osteopata DO fisioterapista.

    • approccio osteopatico
    • inquadramento funzionale dell’ernia del disco
    • fisiologia articolare vertebrale
    • ontogenesi embriologica del sistema vertebrale e dei nervi sensitivi e motori
    • innervazione delle strutture
    • organizzazione vascolare e linfatica del canale vertebrale
    • proposta di trattamento

    14:00-18:00

    • casi clinici (3 pazienti trattati dal docente osteopata)

    ​SEDE

    Il corso si terrà presso il centro di via Cardinale Mezzofanti n. 13, Milano (Stazione Ferroviaria Milano Forlanini).
    ​​Per chi ha necessità di pernottare in hotel consigliamo le seguenti strutture:

    M-89 HOTEL In fase di prenotazione inserire il codice: AOIOSPITI per usufruire dello sconto del 5%.
    Hotel Susa - In fase di prenotazione telefonica specificare di essere un partecipante ai corsi di "Advanced Osteopathy" per usufruire di una tariffa agevolata.
    Hotel Mayorca

    COSTO

    Il costo del corso è di € 160 (iva inclusa).

    MODALITA' DI ISCRIZIONE

    Compila il form