Le linee guida dell’OMS in relazione ad attività fisica, sedentarietà e sonno per i bambini sotto i 5 anni

Le linee guida dell’OMS in relazione ad attività fisica, sedentarietà e sonno per i bambini sotto i 5 anni

Trenta minuti a pancia in giù al giorno per i neonati, giochi interattivi  sul pavimento, riduzione del tempo davanti agli schermi, attenzione particolare alla qualità del sonno: ecco le nuove linee guida dell’organizzazione mondiale della sanità riguardo ad attività fisica, sedentarietà e sonno per i bambini sotto i 5 anni di età.

L’inattività fisica è stata identificata come uno dei principali fattori di rischio per l’aumento di sovrappeso e obesità e un fattore di rischio di mortalità per molte altre patologie.
Oltre il 23% degli adulti e l’80% degli adolescenti non sono sufficientemente attivi.
Le stime del 2012 indicano che il mancato rispetto delle attuali raccomandazioni sull’attività fisica sia responsabile di oltre 5 milioni di morti a livello globale ogni anno.

Sono state stabilite raccomandazioni per tre fasce di età della popolazione (5–17, 18–64 e oltre 65 anni), ma fino a questo momento non sono stati inclusi i bambini di età inferiore ai 5 anni.

La prima infanzia (sotto i 5 anni) è un periodo di rapido sviluppo fisico e cognitivo e un periodo durante il quale si formano le abitudini di un bambino e le abitudini di vita familiare si aprono a cambiamenti e adattamenti.
I comportamenti dello stile di vita sviluppati nella prima infanzia possono influenzare i livelli e i modelli di attività fisica durante il corso della vita di ogni bambino.
Il gioco attivo e le opportunità per attività fisica strutturata e non strutturata possono contribuire allo sviluppo delle capacità motorie e all’esplorazione dell’ambiente fisico.

Per soddisfare le raccomandazioni giornaliere sul tempo di attività fisica, in particolare nei bambini, è necessario prendere in considerazione il modello di attività generale di 24 ore e vengono presi in considerazione anche i momenti di sedentarietà e  di sonno all’interno delle 24 ore stesse.

Comportamenti sedentari, che si tratti di un trasporto motorizzato piuttosto che di camminare o andare in bicicletta, seduti a una scrivania a scuola, guardando la TV o giocando a giochi inattivi basati sullo schermo, sono sempre più diffusi e associati a scarsi risultati  sulla salute.

E’ noto anche che il sonno ha un’influenza importante sulla salute e la breve durata del sonno è associata ad aumento di sovrappeso e obesità nell’infanzia e nell’adolescenza, nonché a problemi di salute mentale tra gli adolescenti.

Il sonno insufficiente cronico fino a 7 anni di età è stato associato ad una maggiore adiposità nella tarda infanzia e nell’adolescenza.

Gli obiettivi generali di queste linee guida sono quindi di fornire raccomandazioni sulla quantità di tempo, in un giorno di 24 ore, che i bambini di età inferiore ai 5 anni dovrebbero trascorrere facendo attività fisica o dormendo, per la loro salute e  benessere, e il tempo massimo raccomandato che questi bambini dovrebbero spendere in attività sedentarie basate sullo schermo o limitate.

ATTIVITÀ FISICA, SEDENTARIETÀ E SONNO PER I BAMBINI SOTTO I 5 ANNI

I neonati sotto il primo anno di vita dovrebbero:

  • Essere fisicamente attivi più volte al giorno in vari modi, in particolare attraverso giochi interattivi basati sul pavimento.
  • Per coloro che non sono ancora mobili, almeno 30 minuti, non continuativi, in posizione prona (a pancia in giù) durante il giorno mentre sono svegli.
  • Non essere tenuti immobilizzati per più di un’ora di fila (ad es. in carrozzine / passeggini, seggioloni o in un marsupio per neonati).
  • Evitare troppi minuti davanti ad uno schermo
  • Passare i momenti di sedentarietà impegnati nella lettura da parte di chi se ne prende cura.
  • Avere 14–17 ore (0–3 mesi) o 12–16 ore (4–11 mesi) di buona qualità di sonno, compresi i sonnellini.

I bambini tra il primo e il secondo anno di vita dovrebbero:

  • Trascorrere almeno 180 minuti di attività fisica variandone l’intensità ogni giorno.
  • Non essere immobilizzato per più di un’ora di fila (ad esempio in carrozzine / passeggini, seggioloni o cinghie ecc.) o sedersi per lunghi periodi di tempo. Per i bambini di 1 anno si sconsiglia il minor tempo possibile davanti ad uno schermo (come guardare la TV o i video, giocare ai giochi per computer). Per i bambini di 2 anni il tempo dello schermo sedentario non dovrebbe essere più di 1 ora; meno sarebbe meglio. Quando sedentario, è incoraggiato a leggere e narrare storie.
  • Avere 11-14 ore di sonno di buona qualità, compresi i sonnellini, con sonno regolare e orari di sveglia.

Bambini a tre-quattro anni di vita dovrebbero:

  • Trascorrere almeno 180 minuti in una varietà di tipi di attività fisiche a qualsiasi intensità, di cui almeno 60 minuti di attività fisica da moderata a vigorosa, sparsi per tutto il giorno; ancora più minuti sarebbe meglio.
  • Non essere trattenuto per più di 1 ora di fila fermi (ad esempio in carrozzine / passeggini) o sedersi per lunghi periodi di tempo. Il tempo davanti allo schermo non dovrebbe essere più di un’ora; meno è meglio. Quando sedentario, è incoraggiato a leggere e narrare storie.
  • Avere 10–13 ore di sonno di buona qualità, che possono includere un pisolino con sonno regolare e orari di sveglia.

Attività fisica vs Sedentarietà

Il tempo sedentario può includere il tempo trascorso in giochi tranquilli senza supporti elettronici. Queste attività, come enigmi, blocchi, disegno, colorazione, taglio, canto, musica ecc. sono importanti per lo sviluppo del bambino e queste attività hanno benefici cognitivi. Nello sviluppo della raccomandazione, il GDG ha discusso dell’importanza di riflettere il valore del tempo interattivo sedentario in particolare con strumenti tecnologici.

I vantaggi di una riduzione di un comportamento sedentario davanti ad uno schermo (visione della TV, visione di video, giochi per computer) comprendo una possibilità di riduzione dell’adiposità, il miglioramento dello sviluppo motorio e cognitivo e maggior salute psicosociale.

I vantaggi di una riduzione del tempo speso (seggiolini auto, carrozzine / passeggini, seggioloni o cinghie sulla schiena di supporto) comprendono l’adiposità ridotta e il miglioramento dello sviluppo motorio.

Il vantaggio di più tempo speso a leggere o narrare storie (mentre è seduto o sdraiato) migliora tuttavia lo sviluppo cognitivo.

Quindi questo tempo va valutato estremamente con criterio e pesato per dimostrare che spesso le attività sedentarie possono produrre benefici se impegnate nello sviluppo cognitivo e non in mere attività passive davanti a schermi e se bilanciate con una quantità di attività fisica e sonno distribuiti nelle 24 ore del bambino preso in causa.

 E il sonno?

La riduzione del sonno è stata associata a una maggiore adiposità, una regolazione emotiva più scarsa, una crescita ridotta, più tempo passato davanti ad uno scherzo e un maggiore rischio di lesioni.

Il GDG ha osservato che potrebbero esserci alcune implicazioni in termini di risorse per soddisfare le raccomandazioni per dormire adeguatamente nelle case e nelle strutture per l’infanzia con spazio limitato e dove comportamenti e routine dei bambini e dei loro genitori non sono favorevoli per dormire a sufficienza. L’implementazione di queste raccomandazioni può richiedere cambiamenti nei comportamenti e nella routine dei bambini, dei loro genitori e dell’ambiente fisico in luoghi in cui i bambini dormono. Tuttavia, dal punto di vista del GDG, i potenziali benefici di garantire un sonno adeguato superano i costi e garantire che i bambini dormano un numero adeguato di ore al giorno aumenterebbero probabilmente l’equità sanitaria migliorando i risultati sanitari.

Conclusioni

Le combinazioni più ideali di comportamento sedentario e attività fisica, ritenute benefiche per la salute (meno tempo sedentario, più attività fisica) sono state favorevolmente associate allo sviluppo motorio e alla forma fisica nei bambini in età prescolare.

Le prove hanno dimostrato che la sostituzione del tempo sedentario con attività fisica da moderata a vigorosa potrebbe migliorare gli indicatori di salute nei bambini. Tuttavia, non c’erano informazioni disponibili che prendessero in considerazione tutti e tre i comportamenti del movimento (attività fisica, sedentarietà e tempo di sonno).

 Gap di ricerca

Vi è una continua necessità di studi di alta qualità, in particolare:

  1. esaminare l’intera giornata di 24 ore e l’attività fisica, il comportamento sedentario e la durata del sonno nei bambini piccoli;
  2. stabilire procedure standardizzate e misurazioni oggettive per consentire il confronto tra studi;
  3. studiare una gamma più ampia di indicatori sanitari, compresi indicatori aggiuntivi di sviluppo motorio, cognitivo e psicosociale e gli effetti a lungo termine degli interventi precoci;
  4. fornire un’analisi costo-efficacia degli interventi per migliorare l’attività fisica, i comportamenti sedentari e la durata del sonno nei bambini piccoli;
  5. esaminare l’impatto delle attività basate sullo schermo rispetto alle attività sedentarie interattive come lo storytelling sugli indicatori di salute;
  6. esplorare la dose e l’intensità dello sviluppo appropriate per l’attività fisica nei bambini piccoli;
  7. esaminare la relazione tra durata del sonno e sviluppo motorio, crescita e danno lesioni;
  8. considerare la dieta;
  9. considera le esigenze particolari dei bambini con disabilità e come le linee guida possono essere adattate per soddisfare le loro esigenze;
  10. esaminare i fattori chiave che consentono la diffusione, l’adattamento, l’attivazione, l’attuazione e l’adozione degli orientamenti.

Diffusione, attuazione, valutazione

L’obiettivo di queste linee guida è fornire a coloro che sviluppano programmi di intervento familiare, di cura dei bambini e di comunità o forniscono servizi di educazione alla prima infanzia, le raccomandazioni su quanto tempo neonati e bambini piccoli dovrebbero trascorrere ogni giorno ad essere fisicamente attivi e a dormire, e fornire raccomandazioni sul tempo massimo che questi bambini dovrebbero dedicare alle attività dello schermo sedentario. I genitori e gli operatori sanitari chiedono consigli sull’assistenza all’infanzia ad un numero di professionisti diversi e sarà essenziale divulgare le linee guida a tutti coloro che hanno contatti con i genitori e gli operatori sanitari.

Advanced Osteopathy Institute s.r.l. – Sede Operativa: Via Cardinale Mezzofanti, 13 – Milano | Sede legale: Via Soperga, 50 – Milano – Privacy & cookie policy